IL DIALETTO

 

 

 

 

> Il Dialetto > Idiomi popolari > Essere... o non essere

 

Essere... o non essere (1)

   

 

 

1)  Esse a barcassa da tunna

(Essere la barcaccia della tonnara)

 

2)  Esse in futtitri

(Essere un trappolone ≈ frodatore)

 

3)  Esse in ranguttan

(Essere un orangutngo ≈ brutto e deforme)

 

4)  Esse pule u ventu

(Essere parole al vento)

 

5)  Esse in sce nasse (risse)

(Essere sulle nasse (reti) ≈ a far lamore)

 

6)  Esse in sanfasson

(Essere senza pretese)

 

7)  Esse in cartallu sensa fundu

(Essere un cestino senza fondo ≈ non tenere risentimento)

 

8)  Esse in bzuccu

(Essere uno sciocco)

 

9)  Esse fridu cumme a nive

(Essere freddo come la neve ≈ nei rapporti)

 

10)  Esse na bucca de piapp

(Essere una bocca di pretese)

 

11)  Esse attaccu u scggiu cumme a patella

(Essere attaccato allo scoglio come la patella)

 

12)  Esse na fia diga

(Essere un filo di alga ≈ sottile)

 

13)  Esse cumme d merda n prepostu

(Essere come dire merda ad un finanziere ≈ come niente)

 

14)  Esse binella

(Essere gemella)

 

15)  Esse tttu tacche e le

(Essere tutto chiazzato)

 

16)  Esse u retrtu da salute

(Essere il ritratto della salute ≈ stare bene)

 

17)  Esse arrusciu

(Essere scocciato)

 

18)  Esse giuancu cumme a tietta

(Essere bianco come la tela)

 

19)  Esse in bix (dal francese bijou)

(Essere un gioiello)

 

20)  Esse in sciu pittu

(Essere a far la siesta a tavola)

 

21)  Esse gibusu

(Essere carino nel saperci fare)

 

22)  Esse na facussa da smensa

(Essere un cetriolo per far semi ≈ ignorante)

 

23)  Esse pistacci cri

(Essere noccioline crude ≈ di poco valore)

 

24)  Esse servu de ttti e padrun de niscin

(Essere servo di tutti e padrone di nessuno ≈ a disposizione di tutti, sfruttato)

 

25)  Esse sguru cumme i chen

(Essere allontanato e inseguito come i cani)

 

26)  Esse remu

(Essere vestito a festa)

 

27)  Esse in zin a crne na

(Essere un riccio a carne nuda ≈ pungente)

 

28)  Esse in taccu de vascellu

(Essere ignorante alleccesso)

 

29)  Esse na borca sensa timun

(Essere una barca senza timone ≈ che va alla deriva)

 

30)  Esse lorgu de curcettu

(Essere largo di uncinetto)

 

31)  Esse loffiu

(Essere stracco)

 

32)  Esse na palia

(Essere una sogliola)

 

33)  Esse na fighedindia c tappu

(Essere un ficodindia tutto semi)

 

34)  Esse in remu strtu

(Essere un remo storto ≈ inetto)

 

35)  Esse a pgua scart du sciammu

(Essere la pecora scartata dal gregge)

 

36)  Esse na man pertuz

(Essere una mano bucata ≈ spendacciona)

 

37)  Esse in sci de pateche

(Essere un fiore danguria ≈ furbo)

 

38)  Esse in can burd

(Essere un cane buldog)

 

39)  Esse accuru in te n cantu

(Essere chiuso in un angolo)

 

40)  Esse narvetta de barcun che sbatte

(Essere unanta di finestra che sbatte ≈ non avere alcun appoggio)

 

41)  Esse in disculu

(Essere un discolo)

 

42)  Esse in tacchegnu

(Essere un attacca brighe)

 

43)  Esse na seppa

(Essere un ceppo duro)

 

44)  Esse na carregadroxia

(Essere un tralcio occhiuto ≈ storto)

 

45)  Esse pap bagnu

(Essere carta bagnata ≈ inutile)

 

46)  Esse u fgu du stricche

(Essere il fuoco dello stricche ≈ essere svelto)

 

47)  Esse pestu cumme a tunnin-a

(Essere pestato come il tonno)

 

48)  Esse ci sussu che a ntte che s mpiu e ch

(Essere pi brutto della notte che si sono allagate le case)

 

49)  Esse a seccu

(Essere senza un soldo)

 

50)  Esse in figrn

(Essere un figurino ≈ modello)

 

51)  Esse in pisciafgu

(Essere un pisciafuoco ≈ pettegolo)

 

52)  Esse in scormu de gala

(Essere uno scalmo di galera ≈ birbante)

 

53)  Esse in straccu

(Essere stracco ≈ sprezzabile)

 

54)  Esse intscegu

(Essere avvelenato di rabbia)

 

55)  Esse tttu trassa

(Essere tutto garbo ≈ sgraziato)

 

56)  Esse n ze cu cuffe

(Essere un asino con le ceste ≈ sovraccarico)

 

57)  Esse manna, manna, vegnime n man

(Essere manna, manna, vienimi in mano ≈ attendere dagli altri)

 

58)  Esse na gira dantibbu

(Essere una giara di Antibes)

 

59)  Esse na pippiedda sorda

(Essere un dolce sardo piatto)

 

60)  Esse a rixe du c

(Essere le radici del cuore ≈ amare intensamente)

 

61)  Esse reddenu cumme u stocchefisciu

(Essere rigido come lo stoccafisso)

 

62)  Esse ruttu in chiggia

(Essere rotto in chiglia ≈ avere un male grosso)

 

63)  Esse in pan de sccu

(Essere un pane di zucchero ≈ buono)

 

64)  Esse u mangia e cga

(Essere il mangia e caga)

 

65)  Esse ci mollu che a merda n lettu

(Essere pi molle della merda in letto)

 

66)  Esse na sanguetta

(Essere una sanguisuga)

 

67)  Esse na maschera da mezu sodu

(Essere una maschera da mezzo soldo ≈ brutta)

 

68)  Esse roba da ciodi

(Essere roba da chiodi espressione di sorpresa per cose mal fatte)

 

 

 

 

 

Testi estratti da "DA TABARKA A S. PIETRO - Nasce Carloforte" di Giorgio Ferraro

Alcune immagini sono prelevate da "CARLOFORTE, ISOLA DI SAN PIETRO" di Antonio Torchia

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.