IL DIALETTO

 

 

 

 

> Il Dialetto > Idiomi popolari > Modi di dire

 

Modi di dire (3)

   

 

 

153)  F ci famme che e ldue

(Far pi fame delle allodole)

 

154)  Fse maxin u servellu

(Farsi macinare il cervello ≈ macchinare)

 

155)  Frte l bun-e fin-a e patte dancua

(Fritte sono buone anche le marre dellancora)

 

156)  F ciucciullie

(Fare pasticci ≈ lavori malfatti)

 

157)  Frizze i din

(Friggere i soldi ≈ essere spendaccione)

 

158)  Frett u muru cumme i gatti

(Fregare il muso come ai gatti)

 

159)  F e cose abbrettiu

(Fare le cose a vanvera)

 

160)  F i primi pi

(Fare o mettere i primi peli)

 

161)  F cant a siga

(Far cantare la cicala ≈ stuzzicare a parlare)

 

162)  F part cumme n barilettu

(Far partire come un bariletto ≈ far fare strada)

 

163)  F e zme

(Fare scintille ≈ muoversi in fretta)

 

164)  F a fin du gattu du Becciu

(Fare la fine del gatto di Beccio ≈ fare una brutta fine)

 

165)  F santa nettezzin-a

(Far santa pulizia ≈ piazza pulita)

 

166)  F tscegu

(Far veleno digerire male)

 

167)  F u pellissun

(Fare il pidocchio dei volatili)

 

168)  F a borba i gatti

(Far la barba ai gatti ≈ di cosa che non taglia)

 

169)  F mars u figitu

(Far marcire il fegato fare adirare)

 

170)  F de sutta cumme e patate

(Far di sotto come le patate ≈ con sotterfugi)

 

171)  Futte du s-ciaffi, in pattun

(Dare due schiaffi, un ceffone)

 

172)  F lengua cumme i chen d so porta

(Adirarsi come i cani presso il padrone)

 

173)  F scubba de lillu

(Fare scopa di settebello ≈ portare via tutto)

 

174)  Fne ci che Crlu in Fransa

(Farne pi di Carlo Magno in Francia)

 

175)  Fne na serraggi

(Farne una retata)

 

176)  Fse in quattru

(Farsi in quattro ≈ darsi da fare come se si fosse in quattro)

 

177)  F e scrpe

(Far le scarpe ≈ precedere uno in qualcosa)

 

178)  F cavallu morsu

(Fare cavallo marcio ≈ togliere il sostegno)

 

179)  F gazibbie

(Rubacchiare ripetutamente)

 

180)  F u beccaloca

(Fare il cascamorto)

 

181)  F a fin du rattu

(Fare la fine del topo ≈ in trappola)

 

182)  F sciut d balla di ggi

(Far uscire una cosa dal globo oculare)

 

183)  F nigru

(Far nero uno a parole o fatti)

 

184)  Frizze a pelle

(Friggere la pelle ≈ sensazione di orrore)

 

185)  Fin-a che ghe n viva u Re, quande nu ghe n ci viva Ges

(Finch ce n viva il Re, quando non ce n pi viva Ges)

 

186)  F cicculette

(Fare telline ≈ fornicare)

 

187)  F ci dannu che a gragna de San Luigi

(Fare pi danno che la grandine di San Luigi  ≈ spropositata)

 

188)  F scrrega bar

(Far scarica barili ≈ passare le incombenze ad altri)

 

189)  F ciappi

(Fare cocci ≈ rompere i rapporti)

 

190)  F e cose cu p

(Fare le cose con i piedi ≈ male)

 

191)  Fne in fasciu

(Farne un fascio ≈ vincere tutti)

 

192)  Giurnu bun giurnu

(Giorno buon giorno ≈ di mattina presto)

 

193)  Gh lira de Diu

(Ci vuole lira di Dio ≈ ci vuole molto a fare qualche cosa)

 

194)  Giratu lu cantu, cabatu lu santu

(Svoltato langolo, dimenticato il santo ≈ scordarsi di chi ha fatto del bene)

 

195)  Gh ci a sorsache lunguentu

(Ci vuole pi la salsa che lunguento ≈ c da sciupare)

 

196)  Grund s da ttte e prti

(Grondare sudore da tutte le parti)

 

197)  In pormu luntan da mi futta che te futta

(Un palmo lontano da me caschi il mondo)

 

198)  Incucci m

(Capitare male)

 

199)  In te tttu gh lossu da rudiggi

(In tutto c losso da rosicchiare)

 

200)  In scia grascessa nu gh bellessa

(Quando uno grasso non occorre sia bello)

 

201)  In cioccu de campan-e e gh tttu lestu

(Un rintocco di campane e tutto finito ≈ la morte)

 

202)  Insell un

(Insellare ≈ convincere uno a prendere un incarico)

 

203)  Impise a bagascia

(Riempirsi la pancia ≈ mangiare molto)

 

204)  Ingrtu, ingratme, u diu u tassende u lme

(Ingrato, sconoscente, il diavolo ti accende il lume)

 

205)  In sce du p

(Su due piedi ≈ subito)

 

206)  Inciastr n

(Sporcare uno)

 

207)  In tu grossu gh u piccossu

(Nel grosso ci vuole la scure)

 

208)  Innamuse de n ze cu scuffa

(Innamorarsi di un asino con la cuffia)

 

209)  Imbosse

(Capovolgersi)

 

 

 

 

 

Testi estratti da "DA TABARKA A S. PIETRO - Nasce Carloforte" di Giorgio Ferraro

Alcune immagini sono prelevate da "CARLOFORTE, ISOLA DI SAN PIETRO" di Antonio Torchia

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.