L'ISOLA

 

 

 

 

> Isola > L'ambiente naturale > La Flora

 

Elenco delle piante presenti sull'isola di San Pietro

  

 

I caratteri, che più sintetizzano la definizione di macchia mediterranea presente sull’isola di San Pietro, sono il  predominio delle specie arbustive che  raggiungono un’altezza media di due o tre metri e la ricchezza di liane che creano un intreccio inestricabile, invadendo interi canaloni dove pochissimi sono gli spazi per poterli attraversare e in cui possa svilupparsi una forma di vegetazione erbacea.

 

La macchia più diffusa attualmente sull’isola è quella bassa, in quanto l’altezza media non supera i due metri e la sua struttura è in genere compatta. Una ricerca più approfondita a carattere storico fa però ritenere che, in origine, l’aspetto dinamico della vegetazione fosse diverso e più vicino ad un bosco o anche ad una macchia foresta. E’ da ritenere quindi che il manto vegetale originario abbia subito un’evoluzione legata all’intervento dell’uomo che, in vari periodi storici, ha modificato o alterato l’habitat naturale dell’isola.

 

E’ facile credere alla presenza originaria di una diffusa macchia a leccio e quercia spinosa; queste due specie hanno subito una graduale rarefazione, dando luogo progressivamente a una più ricca e rigogliosa macchia a corbezzolo, mirto, erica, lentisco, fillirea, ecc.

In definitiva si può affermare che il tipo di vegetazione che ricopre l’isola di San Pietro (escludendo le pinete) è una formazione a macchia che deriva sicuramente da una macchia alta e più evoluta di macchia foresta che l’antropizzazione, nelle varie epoche storiche, hanno trasformato allo stato attuale di macchia mista.

 

In alcune zone, oggi, troviamo esempi di macchia alta, come in alcuni profondi canaloni (di Zi, Memerosso, Becco) dove l’umidità maggiore, il riparo dal vento, permettono una crescita e uno sviluppo notevoli. Talora si possono ritrovare esemplari delle diverse specie ad altezze eccezionali come può essere di ginestre che superano i due metri di altezza, oppure corbezzoli o lentischi che assumono veste arborea. Dove invece il terreno è scoperto predomina l’aspetto di macchia bassa, con prevalenza di cisti, eriche, ginestre, rosmarino e vi trovano spazio, in maniera isolata e discontinua, esemplari di pino d’Aleppo, leccio e ginepro.

 

Vi sono inoltre da segnalare piani vegetazionali in cui si nota la predominanza consistente di alcune specie rispetto ad altre; in questi casi si potrebbe parlare di macchia specifica. Tale presenza di macchia uniforme e predominante è tipica dei terreni più poveri a consistenza fortemente silicea, dove più alta è la temperatura, più diffusa l’insolazione e la luminosità. Questo aspetto, più vicino alla Gariga , conferisce al paesaggio un aspetto uniforme e brullo, ma quando inizia la fioritura primaverile, il luogo si trasforma in un mare di colori che illuminano il terreno inondando l’aria di aromi.

 

 

  >>>   Elenco delle piante presenti sull’isola di San Pietro   <<<

 

 

Macchia arbustiva, coltivi e pineta a pino d'Aleppo
Centonchio a fiore rosso
Finocchiella di Padre Bocconi
 

 

 

Testi, immagini e tavola estratte da "LA NATURA DELL'ISOLA DI SAN PIETRO - LA FLORA" a cura di L. Pellerano e A.Rivano

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.