L'ISOLA

 

 

 

 

> Isola > Il centro urbano e i suoi dintorni

 

Piantina del Paese

  

 

 
 

 

 Istruzioni

Clicca sulla porzione di piantina interessata per ingrandirla

 

 

 

Il piccolo traghetto va e viene, con quel rumore di vecchi ingranaggi e l'odore della salsedine incorporato nel legno dei passamano.

Venti minuti di navigazione non giustificano lusso e comodità, così c'e' il tanto che basta a ripararsi dalle ventate gelide dell'inverno e dagli spruzzi.

 

Carloforte appare subito a prora: si riconosce la sagoma inconfondibile dei suoi palazzotti ottocenteschi, sul porto, sul lungomare dei Battellieri e sul lungomare Cavour.

Ai moli altri traghetti e pescherecci rugginosi, grandi barche a motore con le reti ancora ammucchiate fra gli attrezzi del lavoro e i salvagente ingialliti al sole.

 

Mentre la piccola nave attracca, eseguendo per la millesima volta la stessa manovra, tra lanci di gomene e movimenti automatici, si diffonde l'odore pungente che si sente solo in porti come questo.

Un odore di pesce, di alghe e d'acqua salata.

 

Ed e' una gioia lasciarsi alle spalle l'aria terribile della città per godere questa dimensione diversa anche in Sardegna.

Perché Carloforte e l'isola di San Pietro sono terra di vacanze, ma sono anche luogo di lotte storiche tra l'uomo e il mare, dove il mare e' insieme amico e avversario difficile da domare.

 

 

 

 

 

 

Cartina estratta una una pubblicazione edita da "LA VERDE ISOLA" (Associazione Operatori Turistici e dei servizi di Carloforte)

ed "E.S.I.T. Sardegna" (Ente Regionale per il Turismo)

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.