L'ISOLA

 

 

 

 

> Isola > I colori di Carloforte

 

Le targhe viarie

  

 

Per i suoi abitanti è U Pàize per eccellenza, così come San Pietro è l'Uîza, l'isola unica degna di tale nome, alla quale si rimane attaccati anche quando i casi della vita ti portano lontano. Carloforte conserva ancora, nel suo aspetto cittadino, la memoria dell'epoca d'oro, tra la metà dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento, quando le molteplici attività economiche legate al mare assicurarono alla sua popolazione, a prezzo peraltro di durissime fatiche, un benessere diffuso.

Legato quindi a radicate tradizioni, da diversi anni, il comune di Carloforte ha adottato il bilinguismo nella toponomastica dell'abitato, valorizzando opportunamente, in tal modo, un aspetto importante del patrimonio linguistico locale e introducendo così un elemento originale di arredo urbano. Il nome del quartiere Cassebba, uno dei più caratteristici del paese, riprende la voce araba kasbah.

 

 

>> Cliccare su una qualunque miniatura per visualizzarne l'immagine ingrandita;

              su questa servirsi delle frecce direzionali per scorrere in sequenza la serie <<

 

 

    

 

 

 

 
  

 

 

 

 
  

 

 

 

 
  

 

 

 

 
  

 

 

 

 
  

 

 

 

 

 

 

Testi e immagini prelevate da "CARLOFORTE, ISOLA DI SAN PIETRO" di Antonio Torchia

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.