> Mi ricordo di ...

 

 

Gente di caruggi  -  Mariana

(Veronica Castro)

 

 

 

Appoggia il puntatore del mouse sulla parola o frase in dialetto per visualizzarne la traduzione in italiano

  

I cartoni animati tengono i bambini attaccati alla tivù col telecomando in mano, spesso a danno della vista (speriamo non della vita).

Allo stesso modo le telenovelas, in tempi non lontani, incollavano gli adulti davanti al piccolo schermo, nelle prime ore del pomeriggio.

 

Nel 1983 Anche i ricchi piangono ha fatto sgorgare lacrime, furtive e palesi, ai cittadini di Carloforte.

Luis Antonio e Mariana hanno fatto strage di cuori e di tempu persu. Forse la novità del programma, forse l’appassionante storia d’amore, forse gli intrecci passionali, forse le curve di Veronica astro, forse chissà, hanno scandito tante serate du paize.  Dopo la gioia dell’insediamento tabarkino 1738) e la libertà degli schiavi (1803), difficilmente ci devono essere stati momenti di tanta tensione come nei giorni di Luis Antonio e Mariana.

 

La mattina si attendeva che le ore passassero in fretta, per arrivare al pomeriggio. Alle sedici, Carloforte piombava nel coprifuoco, come durante la guerra: strade assolutamente deserte. Chi sbarcava dal traghetto a quell’ora aveva l’impressione di trovarsi, improvvisamente, nel villaggio di San Juan, in Mexico, quando arrivava Zapata: tutti gli abitanti barricati in casa. Ma questi uscivano al suono della campanella della chiesetta. Quando arrivava Mariana, invece, suonavano le campane per i funerali; ma nessuno le sentiva. Così, per portare via Cordeddu c’era il prete e pochissimi parenti; eppure, in genere, i funerali richiamano parecchi fedeli. Quel giorno tutti piangevano a casa coi ricchi della telenovela.

E se qualcuno avesse avuto urgenza? Affaracci! Una donna, all’improvviso, si trovò con la bombola del gas esaurita. Ne aveva assoluto bisogno, per scaldare un pò d’acqua per un ammalato o il latte per un bambino. Andò  da Aldo che era tutto intento a non perdere una battuta di Mariana dalla televisione di Rina; e chiese gentilmente se poteva avere una bombola. Risposta chiara e decisa: Vegni ciü tordi; aua ne l’è ua de bumbule.

 

A Mariana arrivò notizia che a Carloforte viveva una numerosissima colonia di fans, soprattutto di genere femminile. E scrisse una lettera affettuosa a Maria Rosa Bricchettos, vèndedora de pan de Toscas; per ringraziarla por la difesa che me priendi di fruente a todo el paise.

Lei stessa (Mariana) si sorprese: Todo Carlofuerte vive por mi y el mio adorato masculino. Alle sinque de la sera todo el paise è sflollado en casa come fossero sbarcati los turcos; y con los occhios acciantados al televisor, segue col corasson sospeso a un filo da imbastir, la novela “Los ricchos piangonos”.

Certo, lo spagnolo non sarà proprio perfetto; ma la descrizione è rigorosamente precisa.

 

La notizia della lettera ha varcato il canale; perché diffusa anche dai mass media locali. E la Sip (oggi Telecom) ha di che ringraziare per l’incremento telefonico tra Carloforte e l’America, che ha fatto ingrassare le bollette. Infatti: la telenovela andava in onda anche nelle tv Americane, ma con qualche puntata in avanti. Gli afecionados du paize non riuscivano a prendere sonno al solo pensiero che Mariana, me coêu, a passova de tüttu. Perciò telefonavano ai parenti d’America per conoscere in anticipo la millesima puntata del racconto (conversazioni chilometriche, che facevano galoppare il contascatti del centralino).

 

Anche Mariana e Luis Antonio sono presenti a buon diritto in questa raccolta: sì, anche loro sono due personaggi dei nostri caruggi. E come! Hanno fatto dimenticare tante preoccupazioni (e anche il caffè sul fuoco); nei negozi, le donne non parlavano d’altro; qualche ragazza deve ringraziare Mariana se è stata battezzata con quel nome.

Che volete di più? Aveva ragione don Pagani: siamo proprio nel paese di Bengodi!

 

 

Appoggia il puntatore del mouse sulla parola o frase in dialetto per visualizzarne la traduzione in italiano

 

 

 

 

 

Testi estratti da "GENTE DI CARRUGGI" e da "GENTE DI CARUGGI 2" entrambi di Daniele Agus

Alcune immagini sono prelevate da "CARLOFORTE, ISOLA DI SAN PIETRO" di Antonio Torchia

 

 

 

 

 

 

 

Web Site designed and created by R. S.
Hieracon.it - Tutti i diritti riservati.
All rights reserved. Vietata la riproduzione anche parziale.